Equitazione e bambini

Nicoletta

06 maggio 2021 by Nicoletta

Quando iniziare e perché

L’equitazione è uno sport completo oltre che un modo per entrare in relazione con uno degli animali più sensibili e straordinari al mondo, il cavallo, che, proprio per queste sue caratteristiche, è in grado di metterci in contatto anche con la parte più profonda di noi stessi.
È per questo che è un’attività adatta ad ogni età, anche ai bambini, che possono trarne enormi vantaggi, fisici e psicologici.

Per i bambini il rapporto con il cavallo ha una profonda valenza emotiva e formativa: tutto ciò che si impara in scuderia fornisce una solida base per il futuro adulto e per i rapporti e le relazioni interpersonali.
L’approccio con il cavallo viene insegnato ancor prima dell’attività specifica del cavalcare: il bambino viene coinvolto fin da subito in una serie di attività che insegnano cosa sia la responsabilità, come la preparazione, la cura e la pulizia dell’animale. Allo stesso tempo, il cavallo impara a conoscere il suo cavaliere. In questo modo, fra cavallo e bambino si crea un vero legame di fiducia e rispetto reciproco, fondamentale per ogni attività equestre.

A livello fisico, abbiamo detto che l’equitazione è uno sport completo: sollecita tutto il corpo e coinvolge un grande numero di muscoli; i più interessati sono quelli delle gambe, i glutei, gli addominali e le braccia. In più, praticare equitazione favorisce lo sviluppo delle capacità condizionali come forza, resistenza, rapidità e di quelle coordinative come, per esempio, equilibrio e orientamento.

A quale età si può cominciare a praticare equitazione?

Secondo molti esperti l’età giusta è intorno ai quattro anni, a patto che venga inizialmente affrontata solo come attività di tipo ludico e non sportivo/agonistico, senza forzare i tempi.

Ultimi post del blog

Scopri e lasciati ispirare