Terme naturali nella campagna senese

Nicoletta

04 maggio 2021 by Nicoletta

Il “Gorello” di Bagno Vignoni e i “Vasconi” di San Casciano dei Bagni per rilassarsi completamente

Quando si fa riferimento al benessere e al benessere termale in modo specifico, non so a voi ma a me il primo pensiero che mi viene alla mente è l’acqua calda che giunge a dare beneficio al nostro corpo e alla nostra mente direttamente dal centro della terra. Ciò a me pare una cosa ogni volta straordinaria e antica, addirittura arcaica, un privilegio straordinario che la natura ci regala. Quando poi questo privilegio lo si può godere totalmente rilassati in mezzo alla natura, con accanto una campagna “morbida” e paesaggi “venerati”… beh allora è veramente il massimo del piacere.
E’ con gioia che vi presento due luoghi magici in Toscana caratterizzati da splendidi stabilimenti termali ma anche da terme naturali in campagna, luoghi un po’ nascosti che non tutti conoscono, a parte i locali. Si tratta di due piccolissimi paesi, uno in Val d’Orcia Bagno Vignoni e una alle falde del Monte Cetona San Casciano dei Bagni, luogo non lontano dal primo. Sono entrambi luoghi di grande fascino, dove il passaggio del passato e delle civiltà che ci hanno preceduto si respira nell’aria, nei paesaggi e nei manufatti. Il consiglio che vorrei darvi è di frequentarli in autunno-inverno o in primavera, avrete senz’altro la possibilità di vivere la vostra esperienza a pieno e di tornarne completamente rigenerati.

Il “Gorello” a Bagno Vignoni

Bagno Vignoni è uno splendido borgo, caratterizzato da una grande vasca di acqua termale che sorge al centro dell’unica piazza del piccolissimo paese. La vasca presente nella piazza non è tuttavia balneabile per evidenti questioni di decoro cittadino, è invece possibile immergersi nelle acque termali in una bella vasca naturale dall’erosione dei secoli delle acque che scendevano dall’alto. Tale vasca si trova infatti inserita all’interno del Parco dei Mulini medievali di Bagno Vignoni, in funzione fino agli anni 60.
La zona balneabile non è molto ampia ma considerando che l’afflusso di turisti è leggero, la qualità del bagno non ne risente. Inoltre tenete in considerazione che non vi sono servizi, per un’esperienza davvero naturale e anche un po’ selvaggia. Qui potrete beneficiare dell’acqua sulfurea di origine vulcanica che sgorga dalle sorgenti attorno ai 47 gradi ed arriva alla vasca della piscina attraverso canali e cascatelle naturali ad una temperatura ovviamente inferiore rispetto a quella della sorgente. Le acque sono decisamente ideali per chi ha problemi di artriti, reumatismi e nevralgie, oltrechè per gli arti in situazioni post traumatiche e dopo aver tolto un gesso..
Il mezzo più adatto per raggiungere le Terme di Bagno Vignoni è l’auto, seguendo le indicazioni per San Quirico d’Orcia fino ad arrivare al bivio che porta al borgo e che è ben indicato. Potrete in alternativa, e noi ve lo consigliamo, decidere di arrivare a piedi lungo la via Francigena, attraversando i paesaggi straordinari della Val d’Orcia, dal 2004 Patrimonio UNESCO.

I “Vasconi” di San Casciano

Un’altra straordinaria location in provincia di Siena dove potersi rilassare liberamente è rappresentata dai cosiddetti “Vasconi” di San Casciano, come li chiamano localmente. L’area termale in campagna e posta ai piedi del piccolo e delizioso paese di San Casciano dei bagni, che a sua volta è posto alla base del Monte Cetona. In questo luogo ricco di fascino e di storia già gli antichi romani usufruivano delle acque termali, come attestano i recenti rinvenimenti di parte di un tempio intitolato al dio Apollo. Sono proprio questi forse antichi lavatoi a costituire le terme naturali e di libero accesso, costituite da acqua calda termale ad una temperatura che si mantiene attorno ai 40 gradi, quindi apprezzabile soprattutto nella stagione autunnale e invernale.
Le acque di San Casciano sono classificate nel gruppo delle solfato -calciche-magnesiache-fluorurate, perciò davvero ricche di minerali e ne traggono beneficio sia l’apparato respiratorio sia quello locomotore, inoltre sono consigliate anche in ambito ginecologico.
Provenendo da nord, si arriva alle terme naturali percorrendo l’A1 ed uscendo al casello di Chiusi-Chianciano Terme, si seguono poi le indicazioni per il paese di San Casciano Bagni. Provenendo da sud, sempre percorrendo l’A1, si prende l’uscita di Fabro e si seguono le indicazioni per San Casciano dei Bagni. I “Vasconi” sono a circa 1 km dal paese e si possono raggiungere sia in auto che a piedi, cosa che consigliamo trattandosi di una bella passeggiata.

Ultimi post del blog

Scopri e lasciati ispirare